IRCrES-CNR

IRCrES-CNR

Pubblicazioni dell'Istituto di Ricerca sulla Crescita Economica Sostenibile (IRCrES) del Consiglio Nazionale delle Ricerche


Libri antichi di scienza e tecnica

Il patrimonio librario antico e raro della biblioteca IRCrES di Genova è costituito da testi a stampa, alcune cinquecentine, tavole illustrate, enciclopedie. La collezione conta volumi di bibliografia primaria tecnico scientifica pubblicati in un arco temporale di quattro secoli: dal XV al XIX.


La collezione è stata istituita a partire dagli anni ’70 quale biblioteca del Centro di Studio sulla Storia delle Tecniche (CST) del CNR, specializzata di trattati scientifici e manuali tecnici che abbracciano diversi ambiti disciplinari: astronomia, geografia, fisica, matematica, scienze della terra, metallurgia e siderurgia, artiglieria e balistica, ingegneria meccanica e idraulica, architettura e teatri di macchine.


Parte di questo patrimonio è stato digitalizzato e messo a disposizione in questa collezione.


The ancient and rare book heritage of the IRCrES library in Genoa consists of printed texts, some from the 16th century, illustrated plates and encyclopaedias. The collection contains volumes of primary technical and scientific bibliography published over a period of four centuries: from the 15th to the 19th century.


The collection was established in the 1970s as the library of the CNR's Centre for the Study of the History of Techniques (CST), specialized in scientific treatises and technical manuals covering various disciplines: astronomy, geography, physics, mathematics, earth sciences, metallurgy and steelmaking, artillery and ballistics, mechanical and hydraulic engineering, architecture and machine theatres.


Part of this heritage has been digitised and made available in this collection.


Numero

Nel 1914, a Torino, nasce “Numero” Settimanale-Umoristico-Illustrato, fondato da Nino Caimi e da Golia (pseudonimo di Eugenio Colmo coniato da Guido Gozzano). Esce fino al 1922 e si distingue, rispetto alle altre, per lo sguardo satirico con cui documenta il periodo a ridosso della Grande Guerra. Fra gli illustratori e le firme, si ricordano, tra gli oltre 200 che gravitavano in redazione: Golia, Carlin, Sacchetti, Brunelleschi, Sto (pseudonimo di Sergio Tofano, il padre del Signor Bonaventura), Biscaretti, Nirsoli e molti altri.

La prima uscita di “Numero” è il numero 2: si finge che il numero 1 sia andato esaurito, una trovata pubblicitaria già sperimentata con “Guerin Sportivo” (Pallottino, 2010). Nelle prime pagine di “Numero” 2 sarà argutamente pubblicata la Ballata dell’Uno di Guido Gozzano che inizia con un ulteriore scherzo:

L’Uno è tutto esaurito,/ non lo trova più nessuno,/a chi dà copia dell’Uno/ un milione è profferito.


In 1914, in Turin, "Numero", a weekly humorous-illustrated magazine, was founded by Nino Caimi and Golia (pseudonym of Eugenio Colmo coined by Guido Gozzano). It was published until 1922 and distinguished itself by the satirical look with which it documented the period around the Great War. Amongst the illustrators and authors, it is worth mentioning, among the more than 200 who gravitated to the editorial staff: Golia, Carlin, Sacchetti, Brunelleschi, Sto (pseudonym of Sergio Tofano, the father of Signor Bonaventura), Biscaretti, Nirsoli and many others.

The first issue of "Numero" is number 2: it is pretended that number 1 is sold out, a publicity gag already tried with "Guerin Sportivo" (Pallottino, 2010). In the first pages of "Numero" 2, Guido Gozzano's Ballata dell'Uno (Ballad of One) will be wittily published. It begins with a further joke:.

The One is sold out,/ no one can find it anymore,/ Whoever gives a copy of the One/a million is offered.


Paola Pallottino, Storia dell’illustrazione italiana, Firenze, Volo publisher s.r.l. , 2010