Archivio S. Maria della Catena

Archivio S. Maria della Catena

Santuario Basilica Maria SS. della Catena

È annesso al Santuario-Basilica Maria SS. della Catena. I documenti più antichi, ivi custoditi, sono quei pochi, lasciati dagli Eremiti di Fra’ Benedetto Falcone, vissuti nella seconda metà dell’Ottocento. A partire dalla venuta dei Passionisti nel 1906 si è sempre più incrementato raccogliendo documenti relativi alle attività pastorali svolte dagli stessi religiosi sia all’interno del Santuario e le sue strutture, particolarmente quale Casa di Esercizi spirituali sia all’esterno con il loro ministero specifico della predicazione, soprattutto quello delle Missioni popolari. Conta attualmente un discreto numero di documenti e registri. Di particolare interesse sono le fotografie relative ad eventi del Santuario e alla presenza di personaggi illustri.


Per l’importanza che ricopre l’archivio storico fotografico, è nata l’idea di digitalizzare gran parte dell’archivio.


Le foto sono state inserite in raccolte annuali e divise per giorno.


Hanno preceduto il lavoro di digitalizzazione: la ricognizione fotografica (possibile grazie all’ausilio di P. Giuseppe Mirabelli, Responsabile dell’Archivio Storico), l’inventariazione, il condizionamento delle fotografie in cartelle idonee per garantirne la conservazione e la preparazione dei file in excel per la pubblicazione. Il lavoro è stato affidato alla dott.ssa De Bonis Alessia in qualità di Bibliotecaria, esperto catalogatore dei beni archivistici e librari nonché collaboratore tecnico del restauro che magistralmente ha portato a termine il lavoro garantendo la pubblicazione di 1.480 fotografie.


Il lavoro è stato cofinanziato nell’anno 2019 dalla Regione Calabria a seguito della partecipazione al bando "Programma a sostegno del sistema bibliotecario calabrese 2018" (PAC CALABRIA 2014/2020).


Per eventuali segnalazioni, scrivere a: catenabib@libero.it


1478 objects